Fisioterapia » Pressoterapia

Che cos’è la pressoterapia?

La pressoterapia è un’apparecchiatura che mira a rimuovere i liquidi interstiziali ristagnanti nel sottocutaneo e a favorire il ritorno veno-linfatico rispettando la fisiologia del cicolo e delle strutture anatomiche interessate, trovando con ciò numerose applicazioni mediche ed estetiche su tutto l’ambito corporeo.

La pressoterapia attraverso degli appositi gambali, interi a monocompressione, esercita una compressione uniforme su tutto l’arto simile alle normali pompe plantari e muscolari dell’organismo. Gli elementi gonfiabili “ricreano” un massaggio a compressione costante e decrescente nell’intensità andando dal basso verso l’alto per sollevari i liquidi in stasi.
A cosa serve la pressoterapia?

La pressoterapia risulta molto utile nei seguenti campi di applicazione:
  • Flebologia (insufficienza circolatoria, insufficienza venosa conclamata, edema da stasi e varici)
  • Linfologia (stasi linfatica e linfedema, fibrosi cutanea reattiva ed edema duro, ritenzione idrica)
  • Medicina estetica (cellulite dura, cellulite molle, celluliti con adiposità)
  • Chirurgia generale (mastectomia totale o parziale, miglioramento della linfostasi dell’arto superiore e la tendenza al “braccio grosso” chirurgico, esiti chirurgici tipo edema o ematoma)
  • Chirurgia plastica ed estetica (liposuzione cosce, addome, glutei)
  • Fisioterapia (perdite del tono muscolare)
Quali sono le controindicazioni?

  • Infiammazioni acute in atto (flebiti, trombosi)
  • Complicanze infettive (ulcera da stasi)
  • Neoplasie maligne in atto
  • Insufficienza cardiaca